Introduzione

  • L’obiettivo principale del progetto è valutare, sulla base delle esperienze reali, i vantaggi per il SSN in termini di benefici organizzativi e conseguimento di risparmi di spesa dovuti al miglioramento dello stato di salute della popolazione che potrebbe offrire la creazione di un network multidisciplinare per lo studio del papillomavirus (HPV) nell’ambito di una struttura sanitaria territoriale.
  • Questo modello organizzativo funge da riferimento sia per l’utenza, che per le figure professionali non specificatamente dedicate allo studio dell’HPV e favorisce la diffusione in rete ad altre strutture similari delle informazioni in suo possesso.
  • Il modello organizzativo si concretizza in un network che vede l'HPV-UNIT dell’IFO al centro di una rete di interscambio clinico-scientifico con figure professionali del territorio, da un lato, e l'utenza dall'altro.
  • Il metodo consiste nella strutturazione di una ramificazione che favorisca la diffusione in rete delle informazioni cliniche e scientifiche più consolidate ed evidence-based, nonché il coinvolgimento delle strutture territoriali in studi multicentrici e multidisciplinari sui temi della prevenzione-diagnosi-terapia.
  • La sinergia tra operatori della salute ed HPV-UNIT si dovrà sostanziare tanto attraverso la suindicata rete informatico-interattiva, quanto mediante incontri ad hoc. L'obiettivo di questo aspetto e' di sottolineare la molteplicità ed originalità degli aspetti clinici delle patologie da HPV, puntando sulla formazione del personale medico. In tal senso sono già stati individuati alcuni temi di ricerca a forte impatto socio-sanitario: sensibilizzazione nei confronti dello screening molecolare (HPV-based), vaccinazione della donna sessualmente attiva e post-terapia (possibile incremento della prevenzione terziaria), sensibilizzazione dell’utenza maschile alla patologia HPV ed alla vaccinazione del maschio.
  • In modo analogo, la rete informatica dovrà prevedere un versante adeguato per la corretta informazione  dell'utenza alla prevenzione della patologia da HPV, nonché momenti di confronto e sensibilizzazione in sedi specifiche (scuole, università, presidi territoriali...).
  • Le varie azioni, specie quelle in merito alla prevenzione primaria, avranno il fine di una maggiore efficienza e più accurata appropriatezza nell'erogazione vaccinale.

 

 

 

ARTICOLAZIONE DEL NETWORK MULTIDISCIPLINARE DELL’HPV-UNIT

 

10.png

 

 

 


comp. dellunità