HPV, Papilloma Virus, di cosa si tratta

HPV, Papilloma Virus, di cosa si tratta? Che cosa comporta e come si cura?

Se all’inizio del secolo scorso l’aspettativa di vita media era sui 35 anni, e ora si campa fino a 90 anni e oltre, una ragione ci sarà. Le cause possono essere sostanzialmente due, in fin dei conti.

La prima è il progresso tecnico-scientifico, che ha portato a elaborare cure e tecniche di diagnosi una volta impensabili. Certo, il progresso tecnologico si è sviluppato soprattutto nelle nazioni più avanzate, tuttavia non è irragionevole pensare che, col passare del tempo, gli effetti benefici si possano spostare progressivamente, e fortunatamente, in altre parti del mondo, specialmente le meno sviluppate.

D’altro canto, esistono già servizi di telemedicina che mettono in contatto pazienti e strutture sanitarie da una parte all’altra del mondo. Si stima che nei prossimi dieci anni, questi servizi saranno ulteriormente migliorati, fino ad arrivare a diagnosi, ma anche a interventi, che possono essere eseguiti nonostante grandi distanze fisiche fra le parti.

In questo senso, il connubio fra digitale, comunicazioni ed elettronica è foriero di risultati di grande rilievo; basta aspettare un po’ e veramente saremo in grado di curare, e comunque di seguire, persone malate che se ne stanno a casa, monitorandole, consigliando le cure, seguendole passo dopo passo.

La seconda causa dell’aumento della longevità è data dal binomio informazione-prevenzione. Non c’è dubbio che il goal della medicina moderna è proprio questo. Se le persone vengono correttamente informate su tutte una serie di cose riguardanti la salute, e queste si comportano di conseguenza, le si mette in grado di fare prevenzione nel migliore dei modi. E la prevenzione è il primo step di ogni intervento sulla salute.

HPV e la prevenzione

HPV e la prevenzione

Se si fa buona prevenzione, si evitano le malattie, si curano prima e meglio, se evita una gran parte dei costi dovuti alle degenze nelle strutture sanitarie. Per cui il futuro della medicina, con tutti i problemi che ha l’umanità, è tuttavia roseo. Una delle patologie più comuni fra le donne, che hanno bisogno proprio di questi livelli minimi di informazione e prevenzione è il Papilloma Virus Umano (HPV).

Si tratta in verità di un’infezione molto frequente. Molte donne contraggono questo virus almeno una volta nella vita. Questa infezione non è grave, ma non va nemmeno sottovalutata. Generalmente, il decorso è positivo e la problematica si risolve da sola, tuttavia in alcuni casi il virus può provocare lesioni al collo dell’utero.

La maggior parte delle lesioni tende a guarire spontaneamente, ma alcune di queste, se non vengono curate in maniera adeguata, col passare del tempo possono degenerare e dar luogo a forme tumorali. Circa il 50% delle infezioni tende a guarire in maniera spontanea in un anno. Nel momento in cui l’infezione scompare completamente, scompare anche il rischio di problematiche maggiori.

HPV come si contrae

L’infezione si contrae per via sessuale, ma non necessariamente in seguito a un rapporto completo. Tra l’altro, può anche accadere che l’HPV venga trasmesso da una persona all’altra anche dopo diversi anni che una delle due persone l’ha contratto.

La cura specifica ancora non esiste, tuttavia, in termini di prevenzione, è utile fare uno screening come il Pap Test, per eventualmente identificare le alterazioni provocate dal virus. Al momento, esiste un vaccino contro alcuni tipi di virus che sono responsabili del 70% dei tumori del collo dell’utero.

In caso di positività dei test, comunque sarà utile fare un controllo ulteriore chiamato colposcopia, al fine di meglio esaminare il collo dell’utero. Si tratta di un esame semplice e non doloroso. Nel caso in cui siano rilevate delle piccole lesioni, naturalmente ci si dovrà affidare a un buon specialista per essere seguite nel migliore dei modi.

Normalmente il Pap Test si fa ogni tre anni, nel caso in cui risulti negativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *